Incontro a Bolzano con i ragazzi della Cresima

70-12-4-20

Erano più di ottanta i ragazzi che sabato 8 maggio hanno partecipato all’incontro organizzato dalle catechiste delle parrocchie della Visitazione e Regina Pacis di Bolzano. Roberto, Enrico e Lilli hanno raccontato le loro esperienze in Madagascar, riuscendo ad emozionare, coinvolgere e stregare i ragazzi che stanno preparandosi alla cresima.

La catechista Michela ci racconta che la pandemia ha costretto a cambiare le modalità di catechesi, e dunque hanno scelto di fare incontrare i ragazzi con persone che, a vario titolo, si mettono in gioco e a disposizione degli altri. E la formula risulta vincente: sentire persone che hanno  visto e vissuto davvero cosa significa la povertà, la fame, la malattia, ma al tempo stesso hanno sperimenteto la gioia del condividere, la magia del dono, la condivisione di emozioni forti e profondamente umane colpisce i ragazzi e li aiuta guardare al di là delle proprie esperienze. Per capire anche, come ricorda spesso Enrico, che in Africa chi non ha niente non ha davvero niente, non ha acqua, non ha cibo, non ha coperte, mentre il nostro niente spesso significa “ho un sacco di cose ma non quella che voglio ora”. Quante volte abbiamo detto “non c’è niente da mangiare” davanti a un frigo ben fornito o “non ho niente da mettermi” aprendo un armadio straripante?

Grande l’interesse e il coinvolgimento: Michela ci racconta che dopo l’incontro e nei giorni successivi ragazzi e genitori – evidentemente messi al corrente dai figli – l’hanno contattata per chiedere come aiutare e cosa fare in concreto per queste persone. In autunno, con la ripresa delle attività, i ragazzi organizzeranno una raccolta di beni di prima necessità per i bambini del Madagascar. L entusiasmo c è!

Posted in News.